Terra di Calabria

La Calabria è una terra ricca di arte, natura, cultura, tradizioni, enogastronomia, bellezze paesaggistiche, panorami mozzafiato, borghi in cui il passato con gli antichi mestieri si fonde al presente con la tecnologia e l’innovazione.

Contraddistinta dalla presenza di 800 km di coste, bagnata a ovest dal mar Tirreno e a est dal mar Ionio ha una superficie prevalentemente collinare con imponenti catene montuose. Proprio la presenza a poca distanza l’uno dall’altra di mare e montagna la contraddistingue conferendole un fascino particolare e offrendo una varietà nella sua offerta turistica. Tre Parchi Nazionali, quello del Pollino, quello della Sila, quello dell’Aspromonte e il Parco Naturale Regionale delle Serre la attraversano e costituiscono luoghi in cui la natura predomina con fitti boschi, alberi secolari, laghi e una biodiversità notevole.

D’interesse particolare tra i comuni di Sersale e Zagarise è la Riserva Naturale Regionale delle Valli Cupe con il canyon che le dà il nome: una rara formazione geologica profondamente incassata in un substrato costituito da conglomerato poligenico, di straordinario effetto scenografico, originatasi a seguito della lenta azione di scavo esercitata dal torrente omonimo, che nasce a circa 700 metri di altitudine, alle pendici meridionali del Monte Crozze.

Altra particolarità è rappresentata dall’Area marina protetta Capo Rizzuto, situata nella zona centro-orientale della Calabria ionica. La riserva interessa il tratto di mare antistante il territorio dei comuni di Crotone ed Isola Capo Rizzuto ed è stata istituita per la preservazione di un tratto di costa pregevole dal punto di vista ambientale e la tutela del vasto e ricco patrimonio archeologico, presente sui suoi fondali marini.

La Calabria si scopre soprattutto gustandone le tipicità enogastronomiche. Appena si pronuncia il nome Calabria il pensiero corre alle specialità tra le quali il peperoncino, il bergamotto, il cedro, la ‘nduja di Spilinga, il vino, l’olio, la cipolla rossa di Tropea, i torroncini di Bagnara, etc.

La Calabria, detta anche Enotria, terra del vino, con le sue 350 varietà ultracentenarie, si distingue per due particolari vitigni di origine greca: il gaglioppo per i vini rossi e il magliocco per i vini bianchi. Tra i vini più conosciuti ed apprezzati sicuramente il DOC di Cirò, un vino prestigioso, risalente all’antica produzione greca, che veniva offerto in occasione dei giochi olimpici. La storia della Calabria è somma di una miriade di storie che necessitano di essere conosciute gradualmente e sono tenute insieme da un filo conduttore comune, la calabresità misto di orgoglio e senso di appartenenza ai luoghi che unisce dallo Stretto al Pollino tutti i paesi.

 

Daniela Rabia

food Advisor

Pin It on Pinterest