I Territori

Puglia

Posizionata sul “tallone” dello stivale d’Italia, la Puglia è una regione ricca di storia. A partire dal 3000 a.C. si sono avvicendati Messapi e Dauni, Greci, Romani, Bizantini, e ancora Normanni, Svevi, Francesi e Spagnoli.
La presenza di tutti questi popoli è incisa in nei tanti reperti storici di incommensurabile valore come castelli, chiese e palazzi, ma soprattutto nel carattere unico e nell’anima degli stessi pugliesi. Ancora oggi questa regione conserva una sua particolare identità che rispecchia quel mix di cultura, tradizioni e frutto della sua secolare vocazione ad essere un ponte tra Occidente e Oriente.
Negli ultimi anni poi la regione ha conosciuto un vero e proprio boom turistico che l’ha portata ad essere una delle più amate e visitate località turistiche italiane. Del resto con oltre 800 km di costa circondata da un mare turchese e da vaste distese di grano, giardini, oliveti e vigneti, la Puglia ha veramente tutto quello che si può chiedere dal tipico paesaggio mediterraneo.

Le attrazioni

Tra gli innumerevoli tesori artistici della Puglia spiccano 4 elementi di unici: le cattedrali romaniche, i castelli del periodo svevo e aragonese, il barocco leccese e i bianchi borghi di pescatori. Molto famosi sono anche il Promontorio del Gargano, una lunga costa di una bellezza mozzafiato punteggiata da incantevoli villaggi di pescatori, il Salento, ricco di splendide spiagge, musica e di trazioni popolari, e il territorio delle Murge, dove sorge Castel del Monte uno dei simboli della Puglia.

Tipicità

Storicamente la risorsa principale della Puglia è l’agricoltura, il che spiega perché nella regione si trovino tanti prodotti tipici esportati in tutto il mondo. La regione è famosa principalmente per l’olio d’oliva, con riconoscimento DOP, e per i prodotti derivati dal grano come il pane di Altamura, tipico pugliese, la pasta fresca. Non mancano però formaggi buonissimi come la burrata, il caciocavallo silano, e salumi come il capocollo di Martina Franca.

Tradizioni

Per l’antropologo Ernesto De Martino la Puglia è “la terra del rimorso”, ovvero l’area del tarantismo, quel particolare fenomeno storico-religioso nato nel Medioevo e protrattosi sino al ‘900 e, caratterizzato dal simbolismo della taranta che morde e avvelena, e della musica, della danza e dei colori che liberano dal morso avvelenato. Ancora oggi il rapporto dei pugliesi con le tradizioni è ancora molto forte, come dimostrano tra le altre cose, i tanti festival di cultura e musica popolare che attraggono migliaia di visitatori da tutta Europa.

Pin It on Pinterest